Menu
SANT’ANGELO DI PIOVE. L’esplosione che ha distrutto il 9 giugno il negozio della catena di abbigliamento Sorelle Ramonda di via Piovese è finita in consiglio regionale: Piero Ruzzante (Pd) ha interrogato la giunta veneta sulle intenzioni di acquisire informazioni utili a fare chiarezza sulla vicenda. Ruzzante invita ad approfondire l’eventuale matrice dell’azione dolosa, in particolare, se vi fosse o meno la mano di organizzazioni criminali. Un fenomeno oramai radicato anche a Nordest, come hanno mostrato i dati della recente relazione del parlamentare Alessandro Naccarato sulla criminalità organizzata in Veneto.
 

 

Nei giorni scorsi è finalmente arrivata la risposta scritta formulata dall’assessore regionale Cristiano Corazzari che, in sostanza, spiega come la Regione non abbia competenze in materia di sicurezza se non quelle di sensibilizzare e favorire la promozione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile. La risposta non è per nulla piaciuta a Ruzzante, che ha commentato: «Nel 2010 la Regione investiva24 milioni di euro sulla sicurezza che servivano ai Comuni per gli impianti di videosorveglianza e per potenziare la collaborazione con le forze di polizia locale. Oggi in bilancio sono stati messi solo 1-2 milioni di euro grazie ad alcuni emendamenti fatti dal Pd».
 
Fonte: Il Mattino di Padova
« Torna indietro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Che differenza c'è tra il perito assicurativo e il perito di parte?

Scarica la scheda