Menu

Guasto elettrico lavatrice – Incendio – Nesso di causalità – Esclusione danni da fenomeno elettrico

La causa civile in primo grado del Tribunale di Milano – sentenza r.g.n. 31579/10 riportata in allegato, coinvolge una nota azienda italiana produttrice di elettrodomestici, la compagnia assicuratrice del condominio e l’assicuratrice del danneggiato ricorrente: una lavatrice, causa guasto elettrico, nel febbraio 2010 generava incendio a un appartamento e relativi contenuti degli attori.

Erano convenute la ditta produttrice l’elettrodomestico e le due compagnie, al fine di ottenere declaratoria di condanna in solido per il risarcimento di tutti i danni subiti. Il Tribunale pronuncia condanna di risarcimento dei danni patrimoniali principalmente sulla base delle seguenti motivazioni in fatto e diritto.

Il CTU in sede di accertamento tecnico preventivo rileva il nesso di causalità tra il guasto elettrico e l’evento incendio sulla base di un giudizio di probabilità, riconfermato ed esplicato dal giudice come valutazione idonea “in assenza di prova di altri fattori causali o concausali e in base al principio della regolarità causale e della probabilità statistica” ad affermare la responsabilità del produttore a causa del funzionamento difettoso della lavatrice – sotto il profilo giuridico la stessa viene condannata al risarcimento dei danni in virtù della normativa stabilita dal codice del consumo (art. 114 – Il produttore è responsabile del danno cagionato da difetti del suo prodotto; art. 123 – E’ risarcibile (…) la distruzione o il deterioramento di una cosa diversa dal prodotto difettoso, purché di tipo normalmente destinato all’uso o consumo privato e così principalmente utilizzata dal danneggiato).

L’eccezione di non operatività della polizza per effetto della esclusione contrattuale stipulata per i danni da fenomeno elettrico, sollevata da una delle compagnie, viene stigmatizzata dal giudice come pretestuosa: “il danno da fenomeno elettrico escluso dalla polizza fa riferimento a fenomeni dannosi di tipo elettrico (danni da folgorazione; da corto circuito che determini danni a cose o persone o altri non meglio chiariti) diversi e distinti dall’incendio, qualunque sia la causa di quest’ultimo.

La tesi della compagnia finirebbe per sfibrare il legame funzionale esistente tra le prestazioni contrattuali, volto a garantire l’assicurato proprio dal rischio di incendio a prescindere dalla causa di esso, per cui se così fosse, si escluderebbe dalla copertura assicurativa la maggior parte degli incendi domestici.

È utile sapere che…

Alcune nozioni utili per capire come il perito di parte opera nel tuo interesse.