Menu

Benvenuto tra gli utenti registrati di GARAperizie.

Attraverso la sezione ASSISTENZA SINISTRI di GARAperizie potrai affrontare meglio il sinistro  che ha danneggiato i tuoi beni e a questo fine ti verranno fornite informazioni e documenti molto utili.

Ricordati che GARAperizie è sempre pronta ad offrirti una CONSULENZA PERITALE A 360° (solitamente pagata dalla tua polizza) per far valere tutti i tuoi diritti e permetterti di ottenere il massimo indennizzo dalla tua assicurazione.

Un’importante precisazione: le indicazioni sotto riportate si applicano al caso in cui esiste una polizza diretta – quindi stipulata direttamente dall’assicurato – a protezione dei propri beni o dei beni aziendali contro l’incendio, i danni da maltempo, terremoto, furto, ecc. Nel caso in cui  si è subito un danno per colpa di un terzo responsabile non valgono le successive considerazioni.

Ti consigliamo di leggere prima anche i consigli preventivi pratici per la miglior gestione del tuo sinistro e per capire quali azioni  intraprendere al fine di evitare future contestazioni da parte della compagnia assicuratrice. Procedi poi con questa sezione.

Ok, avanti! Leggi i seguenti importanti punti:

1) La “Descrizione dell’attività e dei beni assicurati e della relativa ubicazione”

E’ molto importante che questa descrizione, riportata solitamente nelle prime pagine della polizza, sia coerente con lo stato di fatto prima del sinistro in quanto il perito fiduciario dell’assicurazione verificherà questa circostanza; in particolare:

Attività e beni assicurati: i beni danneggiati devono essere conformi e coerenti con la descrizione presente in polizza, in particolare per quanto concerne il tipo di attività svolta (attività ordinaria).

Esempio:
Un’azienda che produce e commercia padelle, posateria, ecc. subisce un incendio in cui si danneggia uno stock di abbigliamento temporaneamente depositato presso il magazzino. Nella descrizione di polizza dell’attività assicurata è riportato: “Azienda di produzione e commercializzazione casalinghi“; questa attività è confermata oltretutto anche dalla visura camerale dell’azienda.

Con queste premesse l’assicurazione non indennizzerà lo stock di abbigliamento.

Ubicazione beni assicurati: l’indirizzo dei beni assicurati deve essere inequivocabile e conforme a quanto riportato in polizza; in particolare se l’azienda dispone di più unità locali produttive o magazzini.

Le “dichiarazioni del contraente”: in tutti i contratti assicurativi che assicurano il patrimonio, in corrispondenza del modulo ove sono riportati i capitali assicurati, sono riportati dei vincoli fondamentali (“le dichiarazioni del contraente”) che a volte non vengono attentamente letti dall’assicurato e dall’assicuratore. Poi, quando si verifica il sinistro, questa discrepanza può comportare la perdita totale o parziale del diritto ad essere indennizzati. Tra questi vincoli alcuni sono generici e valgono in caso di qualsiasi tipologia di sinistro.

Esempio:
1) nell’ultimo quinquiennio non si sono verificati sinistri inerenti alle garanzie prestate con la polizza …
2) i beni assicurati con la presente polizza non sono assicurati presso altre assicurazioni …
3) che il valore presente di macchinari, attrezzature e merci non è superiore a €.500.000 …

Altri vincoli sono da considerare specificatamente in funzione del tipo di sinistro. In ogni caso verificate bene che tutti i vincoli riportati sulla vostra polizza siano effettivamente soddisfatti nella realtà.

2) I “Capitali assicurati”

Per tutte le partite assicurate, ovvero le varie categorie di beni che possono danneggiarsi a seguito di sinistro (fabbricati, macchinari & attrezzature, merci, stampi), viene attribuito un valore da parte dell’assicurato.

Questo valore, attribuito all’atto della stipula della polizza, si definisce capitale assicurato sul quale si paga proporzionalmente un premio.

E’ importante che il capitale assicurato sia conforme al valore reale di ricostruzione (per i fabbricati), riacquisto (per i macchinari), riproduzione (per le merci); se così non fosse si rischia di incorrere in una riduzione dell’indennizzo secondo la regola proporzionale prevista dall’ Art. 1907 del codice civile.

Esempio:
a) incendio parziale di un fabbricato;
b) valore di ricostruzione a nuovo del fabbricato = €.1.000.000;
c) somma assicurata sul FABBRICATO = €.500.000;
d) DANNO REALE subito dal fabbricato = €.50.000;

Dai dati sopra si evidenzia una scopertura assicurativa del 50% con conseguente riduzione proporzionale dell’indennizzo secondo il seguente computo:

INDENNIZZO = d x c/b = €.(50.000 x 500.000/1.000.000) = €.25.000 = 50% del danno reale subito

3) Tutti gli “Obblighi dell’Assicurato in caso di sinistro”

Quando si subisce un danno assicurato con propria polizza, per ottenere il miglior indennizzo è necessario rispettare degli obblighi precisi che si sintetizzano come di seguito elencato:

a) fare quanto è possibile per diminuire il danno; le relative spese sono a carico della Società Assicuratrice ai termini dell’art. 1914 del Codice Civile (in sintesi anche oltre la somma assicurata);

b) entro (3,5 o più giorni a seconda di quanto prescritto sulla polizza) da quando se ne ha conoscenza si deve dare avviso scritto (denuncia) al broker o all’agenzia.

L’inadempimento di uno di tali obblighi può comportare la perdita totale o parziale del diritto all’indennizzo ai sensi dell’art. 1915 C.C.

Bisogna ricordarsi anche di:

c) sporgere nei giorni successivi (da 3 a 5 solitamente), dichiarazione scritta alla Autorità Giudiziaria o di Polizia del luogo, fornendo gli elementi di cui dispone (in caso di danno accidentale inviare fax della  denuncia  di sinistro al più vicino comando dei carabinieri) – VEDI SEZIONE SUCCESSIVA UTILITA’ PER L’ASSICURATO;

d) conservare fino al verbale di accertamento del danno, le tracce e i residui del sinistro;

e) predisporre a breve un elenco dei danni subiti con riferimento, alla qualità, quantità e valore delle cose distrutte o danneggiate, mettendo comunque a disposizione i suoi registri, conti, fatture o qualsiasi documento che possa essere richiesto dalla Società o dai periti ai fini delle loro indagini e verifiche.

Questi sono obblighi fondamentali da rispettare per evitare che la Compagnia Assicuratrice si indennizzare il sinistro.

ATTENZIONE

Prendete la vostra polizza e leggete attentamente le sezioni sopra descritte ed in caso di incongruenze fatelo subito presente al vostro assicuratore per ottenere le giuste modifiche del contratto assicurativo che avete stipulato (appendici di variazione): E’ INUTILE PAGARE UNA POLIZZA PER NON ESSERE ASSICURATI VERAMENTE.

Ricordatevi anche che GARAperizie è in grado di valutare la vostra polizza e verificare se contiene tutti gli elementi necessari per tutelare veramente il patrimonio aziendale.

Hai ulteriori esigenze o dubbi specifici? Contattaci senza impegno.

Salva

È utile sapere che…

Alcune nozioni utili per capire come il perito di parte opera nel tuo interesse.